Visita il sito SIRUI 

 

WWW.SIRUI.COM


sirui w2204 review

Il treppiede in fibra di carbonio SIRUI W-2204 ha una caratteristica distintiva: è impermeabile. cioè si estende quindi ad una protezione contro sabbia e povere.

 

Quando gli oggetti si bagnano durante le riprese, tra tutte le cose da tenere al riparo da acqua e povere, il  treppiede probabilmente non è in cima alla lista. 

 

L'umidità e l'acqua infatti  attaccano soprattutto l'elettronica, quindi non ci si pone spesso il problema. Ma se da qualche goccia d'acqua si passasse proprio ad immergere il treppiede? o scattare sotto la pioggia battente? 

Ecco dove un treppiede impermeabile potrebbe iniziare a sembrare una buona idea.  Mi è capitato spesso infatti di provare a pulire il treppiede dopo un viaggio o dopo aver scattato nella spiaggia, ed è estremamente faticoso, ma soprattutto se no si pulisce bene si va a compromettere la sua funzionalità.

 

Il problema si verifica quando l'acqua penetra nei tubi delle gambe. Il luogo più ovvio dove accade è quando si sta fotografando in un fiume o in spiaggia.

 

Non ci sono molti treppiedi impermeabili sul mercato. "Ocean lock", ma ora Sirui ne ha escogitati alcuni impermeabili che ben si adattano alla fotografia di viaggio fuori dai sentieri battuti.



Video Recensione


Visita il sito SIRUI 

 

WWW.SIRUI.COM


IMPERMEABILIZZAZIONE

Un aspetto che mi ha letteralmente stupito è la sua impermeabilità anche da sabbia e polvere, infatti è di una comodità inaudita poter scattare nella sabbia senza rovinare i meccanismi di chiusura del treppeide.

 

Sirui ha annunciato per la prima volta la loro serie W di treppiedi impermeabili nel 2015.

 

Hanno preso alcuni dei materiali e delle tecniche utilizzate nell'industria automobilistica e li ha applicati a un treppiede. Potrà sembra strano, ma se ci pensate bene capirete perché si sono basati sull'industria automobilistica ;) 

 

Il W-2204 è interamente in fibra di carbonio ed ha:  una capacità di carico di quasi 18kg, raggiunge quasi 1.8mt , pesa meno di 1,7 kg, e si ripone in meno di 52 cm.

 

 

Qualora avessi bisogno puoi smontare una sua gamba e tramite il kit incluso nel prezzo il treppiede si trasforma in monopiede.


le gambe

 Le gambe si bloccano ai loro angoli usando un blocco a cricchetto e non è altro che una combinazione di una leva manuale e una serratura a molla. 

 

 

Ho sempre preferito le chiusure a molla, per la loro indiscussa sicurezza che trasmettono una volta bloccato il treppiede.

 

Questo è un buon sistema di combinazione che fornisce quella sicurezza pur essendo veloce e semplice per rilasciare con una mano.

 

i meccanismi

Il w2204 SIRUI nonostante sia un treppiede da viaggio, e leggermente più grande di altri treppiedi considerati "DA VIAGGIO". Ciò riduce al minimo la quantità di spazio che occupa nel bagaglio.

 

Le chiusure twist sono gommate e  resistenti, anche con mani fredde e bagnate.

 

Ciò che mi piace anche del suo meccanismo di blocco è che non si deve stringere fino in fondo, ma basta una semplice pressione per bloccarlo sufficientemente senza avere brutti inconvenienti.

 

 È un buon meccanismo di sicurezza in modo che anche se non hai girato la presa fino in fondo, le gambe non scivoleranno.

 

 



Visita il sito SIRUI 

 

WWW.SIRUI.COM


Monopiede


La colonna centrale è rimovibile. Ciò è molto utile se  vuoi ridurre l'altezza dal suolo al minimo in modo da poter appiattire al massimo il treppiede e staccare quasi da terra.

 

 

Una gamba del treppiede si trasforma in monopiede in 2 facilissimi passaggi

  1. TOGLIERE L'UNICO PIEDE CON  FILETTATURA  
  2. INSERIRE L'INNESTO AUTOBLOCCANTE PER IL MONTAGGIO DELLA TESTA

Ciò si tramuta in un sistema semplice e veloce da utilizzare ogni qual volta si abbia necessita del mono piede.

 

IN CONCLUSIONE

La colonna centrale è divisibile, regolabile in altezza e reversibile, quindi tutte le posizioni  sono possibili. 

La flessibilità della colonna centrale consente scatti ravvicinati e aumenta l'altezza complessiva del supporto. Se lo si desidera, il monopiede può essere esteso con la parte lunga della colonna centrale.

 

 

 


testa invertita

Tra le tante opzioni di montaggio del SIRUI w2204, la più bizzarra ma non meno utile è sicuramente l'inversione della posizione della testa. 

 

Poiché la colonna centrale che ospita la testa è completamente rimovibile, il sistema di fissaggio della colonna stessa permette il fissaggio a testa in giù del "tubo" della colonna.

 

Ciò è comodissimo quando si vuole sfruttare la stabilità delle gambe estese, e magari scattare a filo d'acqua sul mare, o su una superficie a filo del terreno.

 

Certo non lo consiglio a tutti, perché è pur sempre un operazione molto pericolosa, ma bisogna dire che la sicurezza dei blocchi SIRUI garantiscono l'esecuzione senza problemi.



contenuto della scatola

  • 1x treppiede SIRUI W
  • 3x  piedi in gomma
  • 3x punte in metallo 
  • 1x piastra di fissaggio 2a testa 
  • 1x cinghia da polso
  • 1x borsa per il treppiede con fascia da tracolla 

specifiche tecniche

  • Capacità di carico: 18 kg
  • Altezza massima di lavoro:  180,1 cm
  • Altezza massima senza colonna centrale:  147 cm
  • Altezza minima di lavoro:  15,5 cm
  • Lunghezza piegato:  52,1 cm
  • Tipo di attacco testa: 3/8 "-16 Vite
  • Peso:  1,7 kg
  • Sezioni della gamba: 4
  • Tipo di blocco della gamba: Twist Lock
  • Impermeabile 

 


in conclusione

credo che questo treppiede da viaggio sia un ottimo compromesso per chi cerca la stabilità di un treppiede da studio, ma non vuole portarsi dietro kg di attrezzatura. Nei suoi 1,7 kg mi ha sorpreso per la la stabilità, e per la sua semplicità d'utilizzo. Punto a favore l'impermeabilità che mi ha permesso di scattare veramente OVUNQUE!!


hai bisogno di maggiori info?

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Maurizio Casula Biography

Mi chiamo Maurizio Casula, vivo in Sardegna in un paese turistico di 7000 abitanti, sono nato a Cagliari il 14.09.1985, e nel 2003 mi sono specializzato in grafica pubblicitaria su pc. Ho sempre avuto la passione per l’informatica e la fotografia fin da piccolo, ma con l’avvento della fotografia digitale sono rimasto affascinato dalla possibilità di realizzare scatti e processarli subito. Utilizzavo la fotocamera dei miei genitori “una polaroid”,  ma con il passar degli anni acquistai varie fotocamere fino ad arrivare alle  reflex. Oggi non riesco a fare a meno della fotografia, dedico tutto il tempo ad essa, viaggiando e conoscendo sempre nuovi luoghi possibilmente lontani dalle grandi città.

 

My name is Maurizio Casula, I live in Sardinia, in a touristic town (Pula) with 7000 people. I’m born in Cagliari on 14th September 1985, and in 2002 I’d graduated in ad graphic on pc. I’ve always had the this passion about informatics and photography since I was a kid, but with the incoming of digital photography, I’ve been amazed about the chance to take pictures and post process them straight away. Since I was a kid I always used my parents camera, a polaroid. Years later I've bought various cameras before the DSRL. There’s no day I can live without photography giving all of myself to this passion spending time and money. In matter of facts in November I’ve realized my dream, being in Iceland, and like in a dream, I’ve been amazed by the Northern Lights. Now I want to dedicate my life to travel more around the world, taking pictures about different landscapes, without ever forget my homeland, Sardinia.

Follow Me




Commenti: 9
  • #9

    Dennys Cambarau (venerdì, 25 gennaio 2019 21:48)

    Non posso che complimentarmi con te per il superbo e stupendo lavoro svolto, Maurizio. Ma ogni parola è vana: le tue immagini parlano per loro stesse! Ti auguro il meglio del meglio: sono sicuro che farai grossi passi da gigante ( anche se tutt'ora ne hai fatto di notevoli)... Devi solo farti conoscerti per davvero e far capire ai tuoi interlocutori quanto vali. In bocca al lupo!

  • #8

    Paolo Vernotti (mercoledì, 12 settembre 2018 15:52)

    Bellissime foto Maurizio!

    Ti scrivo perchè mi sorge una curiosità. Quando tu descrivi la procedura per eseguire una lunga esposizione, dici di misurare la corretta esposizione mediante ovviamente l'esposimetro. La domanda che ti pongo è: in che modalità e quale porzione di paesaggio prendi in considerazione per valutare la corretta esposizione? Matrix, media-ponderata, spot? Se questa fosse spot, dove "miri" per ottenere il valore corretto?

    Grazie per la risposta e buona luce!

  • #7

    Francesco (venerdì, 30 marzo 2018)

    Compliementi Maurizio!
    Ho sempre ammmirato i tuoi scatti sul tuo profilo facebook, poi su 500px ed ora su questo sito ottimamente costruito e organizzato.
    Hai raggiunto un ottimo livello ormai che dire! Ti auguro un futuro luminoso per stare in tema ;)
    Buona luce e tanti traguardi per il tuo futuro.
    Grande !

  • #6

    Luigi Cabras (sabato, 17 marzo 2018 15:32)

    Io non sono un fotografo, ma amo l'arte e ti ritengo un grande artista. Seguo sempre le tue foto su facebook e con questi scatti dell'Islanda ti sei davvero superato. Hai la capacità di far sognare le persone che non sono state li... Sono piene di magia! Grazie Maurizio!

  • #5

    Luciana (venerdì, 02 febbraio 2018 22:28)

    Non mi intendo di foto ma da quando ho visto la tua arte mi ha incantato. Sono bellissime quando li guardo mi trasportino, mi fanno vivere l attimo complimenti don sicura che farà tanta tanta strada te lo auguro con tutto il cuore un bacio

  • #4

    Maddalena Sebellin (giovedì, 01 febbraio 2018)

    Ciao Maurizio,
    Sono sempre io, la tua allieva più anziana :D
    Quello che mi incanta soprattutto delle tue foto è l'equilibrio nella color e la nitidezza assoluta oltre naturalmente all'amore che riesci a trasmettere per la tua bellissima terra!
    Spero tanto di tornare presto per fotografare con te e gli amici sardi perché è stata un'esperienza validissima sia umanamente che tecnicamente.
    Un abbraccio
    Maddalena

  • #3

    Maddalena Sebellin (martedì, 29 agosto 2017 19:07)

    Molto di buon gusto il tuo sito Maurizio! Complimenti :)

  • #2

    Andrea Soliani (martedì, 30 maggio 2017 19:47)

    Dopo tanto tempo che seguo la tua pagina Facebook per poter ammirare i tuoi scatti, mi accingo con piacere al tuo sito, bello bello. Appena pubblichi la recensione sui filtri Nisi (già possedevo ND1000 e Polarized) vado a leggere incuriosito per leggere la tua opinione (la mia era molto positiva, ma avere una recensione di qualcuno veramente autorevole come te serve :) ) e scopro una recensione non solo positiva e mielensa come spesso si trova in giro per il web, ma onesta e molto ben fatta, approfondita, professionale.
    Complimenti!
    Aver poi avuto la possibilità di scambiare 4 chiacchere (e siccome ho la lingua sciolta son diventate 8, 12, 20...) è stata la chicca.
    Ho avuto la conferma (dopo qualche saltuario contatto su FB) della bella persona che sei: disponibile, gentile e simpatico.
    Spero capiterà di incrociarsi dal vivo.
    KEEP GOING!!!

  • #1

    inma cardenas (martedì, 21 febbraio 2017 14:48)

    Augurissimi !


Privacy Policy