Recensione V5-Pro, Gnd 0.9 Soft ir, Nd 1000 ir

La Nisi Filters è un azienda  leader nella produzione di Filtri ND, GND, Polarizzatori, filtri UV, sistemi di filtri a lastra e molto altro, che negli ultimi anni ha sviluppato filtri straordinari senza dominanti e vignettature. Con l'introduzione del V5-PRO ha suscitato un fortissimo interesse tra i paesaggisti, migliorando e semplificando al massimo l'utilizzo dei filtri a lastra nella fotografia paesaggistica. Tra i tanti vantaggi dei filtri Nisi metto in primo piano la realizzazione in vetro ottico H-k9l, molato e lucidato in entrambi i lati in grado di trasmettere un grado di limpidezza che non ha eguali con i filtri in resina colorata o in vetro laminato.

Dopo questa breve premessa passo direttamente ad alcuni test che sto effettuando sul campo, con e senza filtri ma soprattutto li metterò a confronto con un grosso marchio che fino ad oggi si pensava fosse il migliore... Si pensava!! 


nisi - test


Inizio con una premessa: gli scatti sovrastanti sono puri file raw, quindi bilanciamento dei bianchi, tonalità, ombre, nitidezza non sono stati alterati. Ho voluto iniziare il test in un luogo che conosco molto bene, che spesso e volentieri mi ha permesso di ammirare tramonti favolosi. Tuerredda situata nel sud della Sardegna.

 

 

Iniziando dalla foto senza filtri si nota che 

  1. il cielo è sovraesposto a causa della luce troppo intensa, nonostante l'esposimetro segnalasse una corretta esposizione.
  2. Il fondale marino è privo di dettagli.
  3. i toni del cielo sono privi di colore.
  4. la foto è "piatta" nonostante la location sia fantastica.

Purtroppo senza alcun filtro la fotografia trasmette ben poco della sensazione provata durante lo scatto, infatti i fotorecettori presenti nei nostri occhi catturano l'immagine e la trasmettono tramite fasci nervosi fino al cervello il quale rielabora il tutto selezionando cosa enfatizzare, cosa tralasciare e segnalando al cristallino cosa mettere a fuoco e cosa no, mentre invece per Gamma Dinamica si intende l'intervallo di luminosità che, nel nostro caso, il sensore della fotocamera digitale è capace di catturare. Basta osservare attentamente una foto scattata per accorgerci subito di quanto sia limitato il sensore: specialmente nelle zone in ombra possiamo notare una grande perdita di particolari che il nostro occhio riusciva a distinguere chiaramente al momento dello scatto; questo fenomeno è dovuto ad un intervallo di Gamma Dinamica  notevolmente inferiore (anche nelle macchine più complesse) a quello dell'occhio umano. per questo motivo ci può capitare di vedere le foto diverse da come le abbiamo vissute. Per sopperire a questa carenza esistono i filtri, per enfatizzare al massimo la gamma dinamica delle nostre fotocamere.

 

 FOTO SCATTATE CON : NISI V5-PRO + LANDSCAPE POLARIZER 

 

Ma andiamo in ordine e cerchiamo di tirare fuori il massimo dal nostro sensore, iniziando con il NISI LANDSCAPE POLARIZER, il nuovissimo polarizzatore in grado di ridurre il riflesso derivante dalle superfici non metalliche che aiuta a rivelare il colore e la consistenza originale di un oggetto, ed aiuta inoltre a rendere il colore più saturo rispetto a quanto sia possibile vedere direttamente con l'occhio umano. Il LANDSCAPE POLARIZER può attenuare i punti più luminosi e i bagliori, permettendo di amplificare la saturazione ma sopratutto eliminando la luce riflessa che non ci permette di vedere un fondale marino. Per migliorare al massimo la polarizzazione si consiglia l'utilizzo del filtro con un angolo di proiezione di 37° qualora volessimo polarizzare un fondale marino, in modo da ottenere una polarizzazione più completa. Un altro punto a favore del LANDSCAPE POLARIZER è sicuramente l'intensità, infatti fino ad oggi i polarizzatori riuscivano a mala pena a coprire un angolo di 90° di area polarizzata, mentre invece con il nuovissimo polarizzatore della Nisi si va a sfiorare quasi il doppio, che oltre a polarizzare riduce di 2 stop la luminosità andando a incrementare la possibilità di realizzare un'ottima lunga esposizione. 

 

  1. La fotografia non ha più il cielo sovraesposto. 
  2. Il fondale marino è perfettamente visibile.
  3. i toni del cielo sono visibili e particolarmente distinguibili.
  4. I verdi delle piante sono enfatizzati e vividi.
  5. la foto non contiene riflessi.  

 

 FOTO SCATTATE CON : NISI V5-PRO + LANDSCAPE POLARIZER, ND 1000 IR, GND SOFT 0.9 IR 

 

Passiamo agli  scatti realizzati con l'utilizzo dei tre filtri Nisi ND 1000 IR, GND 0.9 IR. IL POLARIZZATORE LANDSCAPE CON IL V5-PRO. Penso sia impossibile trovare dei difetti, se paragoniamo l'immagine iniziale senza filtri e questa, notiamo subito che i colori sono rimasti immutati. Oltre a non avere alterazioni, non sono presenti aree sottoesposte o sovraesposte, il tutto è perfettamente equilibrato e privo di dominanti. Come si può ben notare non è presente alcuna vignettatura. Il Gnd 0.9 ir ha compensato benissimo il forte bagliore proveniente dal cielo, equilibrandolo perfettamente al resto della fotografia, l'Nd 1000 Ir ha lasciato passare tutti i colori, senza modificare alcun tono, il Polarizzatore Landscape ha ridotto drasticamente i riflessi, permettendo una visione fantastica del fondale marino. Penso sia veramente difficile trovare le parole per descrivere la qualità immensa di questi filtri. Più che mai in questo caso l'immagine vale più di mille parole

  1. La foto ora è perfettamente equilibrata.
  2. I toni della foto rispecchiano la realtà.
  3. non ci sono riflessi o bagliori.
  4. la foto non contiene vignettatura.
  5. non ci sono né aree sovraesposte né sottoesposte.
  6. il mare è polarizzato ed è ben riconoscibile il fondale marino.
  7. I verdi e l'azzurro del cielo sono ben distinti nonostante i colori caldi del tramonto stessero prendendo sempre più il sopravento.
  8. La possibilità di post-produzione è elevatissima.

 

FOTO SCATTATE CON : Lee Nd 1000 +  Gnd 0.9 Soft (Resina) 

 

Per tanti anni si è creduto che la Lee fosse sinonimo di qualità e di perfezione, e senza tanti se o ma tutti erano convinti di avere il meglio possedendo un kit Lee, ma l'illusione non è durata in eterno per fortuna, ed oggi chi è realista vede i tanti difetti dei filtri Lee. Inizierei sicuramente dai materiali..... Il gnd 0.9 della Lee è in resina, materiale ottimo per tante cose ma non di certo per i filtri, infatti dopo qualche utilizzo il gnd Lee è completamente graffiato, alcune aree sono consumate dall'attrito con l'holder e purtroppo, nonostante i tramonti siano rossi o arancio, virano sempre al blu. Senza farci tanto caso ci siamo sempre chiesti: ma perché i colori sono diversi dalla realtà? La risposta è semplice!! I MATERIALI! La resina colorata utilizzata per la produzione dei filtri Lee ha una limpidezza inferiore al 50% mentre la Nisi li realizza in vetro ottico Schott di altissima qualità che non fa perdere alcun dettaglio e sopratutto tiene invariate le tonalità. Nd 1000 o Big Stopper della Lee era un accessorio indispensabile per ogni fotografo paesaggista, dico era perché grazie alla Nisi non è più concepibile accettare una fotografia con una vignettatura spaventosa e una dominante blu tali da rovinarla in maniera indelebile, infatti la gran parte delle fotografie scattate con l'ausilio dei filtri Lee sono tendenti al blu e quale miglior metodo per smascherare questa dominante se non la comparazione con i filtri Nisi? Vi invito a mettere a confronto le foto 3 e 4 scattate rispettivamente con i filtri Nisi (3) e con i filtri Lee (4) e vi accorgerete dell'abissale differenza tra le due. Un altro difetto dei Lee è l'imprecisione degli stop. Il big stopper in teoria è un Nd 10, in pratica non lo è quasi mai, si comporta bensì come un 12 stop, ma non sempre, solo in alcune situazioni di luce. Questa è sempre stata una pecca che ha rovinato tante fotografie, perché il filtro non si comporta sempre allo stesso modo, ma è molto impreciso, a tal punto che in alcuni casi è meglio sovraesporre la foto per non renderla troppo buia nelle ombre, andando però a discapito delle luci che saranno sicuramente bruciate/sovraesposte.

 

  1. Fortissima dominante blu/azzurra.
  2. Vignettatura nei bordi.
  3. Ombre illeggibili.
  4. Verdi privi di luminosità.
  5. Luci del tramonto affievolite.  
  6. Nitidezza inferiore. 
  7. Tempo di calcolo impreciso nonostante i 10 stop. 

 

In conclusione penso sia palese identificare i molteplici pro dei filtri / holder Nisi, ed iniziare ad accantonare le "vecchie glorie" perché il futuro è nelle mani di chi investe nella ricerca, e Nisi ad oggi ha dato grossa dimostrazione del suo impegno nell'ambito fotografico. Come si può ben notare dai raw solamente con il V5- Pro e il Lanscape Polarizer la scena fotografica prende vita, e tutte le carenze date dal sensore vengono sopperite da questi magnifici filtri. 

 

 


-FILE RAW- COMPARAZIONE CON E SENZA FILTRI NISI


Arco dei baci, Sant' Antioco 


Masua, Iglesias -- Comparazione filtri Nisi /  Lee


Masua ( Iglesias)


Is Praneddas, Sant'Antioco 


Portu Banda ( Sardegna)


Store ufficiale -NISI FILTERS-



alcuni scatti di Backstage


Scopri maggiori dettagli sul V5-Pro nel sito

Nisi Filter Italia 

nisi V5-pro Landscape polarizer

 

Prima del V5-PRO utilizzavo il V5 che durante il viaggio in Norvegia mi ha letteralmente salvato in tante situazioni! Rapidissimo nel montaggio, stabile e duraturo, interamente realizzato in alluminio aeronautico rivestito, slot per i filtri stabile e preciso.

Durante il viaggio montavo e smontavo spesso, anzi spessissimo, il kit senza alcun problema, ma quando ho ricevuto il V5- Pro sono rimasto senza parole... Il sistema di fissaggio dei filtri completamente rivisto è molto più rapido e preciso, il polarizzatore è più semplice da montare e smontare, gli slot per i filtri (sopratutto quando si utilizza il gnd) scorrono senza problemi, finché il filtro non raggiunge la posizione voluta, ma allo stesso tempo il filtro si blocca e resta stabile nella posizione nonostante oscillazioni e urti involontari improvvisi. Tutto ciò mi ha fatto capire quanto la Nisi sia sempre alla ricerca della perfezione e quanto sia vicina a tutti i fotografi paesaggisti.

Un altro fattore fondamentale è la possibilità di inserire ben 3 filtri oltre il polarizzatore, quindi abbiamo la possibilità di compensare le luci in maniera perfetta, inserendo un filtro nd e 2 filtri gnd. Un altro punto a favore dell'holder  V5-Pro  è la sua versatilità e semplicità d'utilizzo: capita spesso che durante le lunghe esposizioni per calcolare i secondi di scatto togliamo e rimettiamo l'holder, con il V5- Pro il procedimento è ancora più veloce, tramite la sua levetta laterale possiamo togliere tutti i filtri con un semplice gesto, e rimettere tutto in una frazione di secondo bloccando in maniera precisa e perfetta l'holder al polarizzatore! Tutte queste qualità lo rendono per me l'holder perfetto, senza contare che la Nisi insieme all'holder include un ottimo polarizzatore, il LANDSCAPE POLARIZER, e se guardassimo i prezzi dei polarizzatori in commercio ci potremmo rendere conto che molti brand vendono al prezzo dell'holder Nisi solamente il polarizzatore. Quindi oltre alla qualità indubbiamente pure la convenienza.

Il Landscape Polarizer è una versione aggiornata del C-PL Circular Polarizer Filter. Le migliorie sono indubbiamente rivolte alla fotografia paesaggistica, infatti questo polarizzatore oltre a rimuovere il riflessi che spesso non ci permettono di vedere i fondali marini, ha una caratteristica unica nel suo genere, amplifica ed enfatizza i toni polarizzati. Come potrete notare nell'immagine sottostante la differenza è sorprendente, il riflesso sopra lo specchio d'acqua è stato completamente eliminato, permettendo una chiara lettura, i verdi sono stati amplificati senza alterare minimamente il WB dell'immagine, e sopratutto l'angolo di polarizzazione è superiore a tutti i filtri in commercio attualmente, permettendo una maggior profondità di polarizzazione. Questo polarizzatore come tutti i filtri Nisi è rivestito da un trattamento nanotecnologico che funge da repellente ad acqua e olio, ed è realizzato in vetro ottico di altissima qualità.

L'holder V5-Pro è realizzato in alluminio aeronautico rivestito, quindi oltre ad essere leggero e resistente, se malauguratamente cadesse non accadrebbe nulla e non si rovinerebbe. 

Il kit V5- Pro è compatibile con lenti ad attacco frontale da 49 a 82mm, dentro la confezione si trovano infatti gli anelli da 67mm, 72mm, 77mm e 82mm, quindi questo holder possiamo utilizzarlo in tutte le nostre ottiche semplicemente cambiando l'anello adattatore, e tutto ciò è incluso nel kit, e posso assicurarvi che tanti altri produttori di filtri/holder vendono a prezzi esorbitanti gli anelli adattatori. 

Consiglio vivamente a tutti il V5-Pro attualmente è il sistema migliore in circolazione, superiore a tutti gli holder che ho provato fino ad oggi!



Kit pulizia Nisi Cleaning

Un oggetto tanto piccolo quanto efficace. Si tratta del kit pulizia Nisi Cleaning, un piccolo ma utilissimo accessorio che permette di rimuovere senza alcuna fatica le macchie oleose. Questo stick appositamente creato per la pulizia dei filtri Nisi, ha le dimensioni di una pila stilo, quindi per nulla ingombrante ci permette di tenere puliti i nostri filtri sempre e ovunque.


landscape polarizer


Scatto realizzato con Nisi V5-Pro, Nisi Gnd 0.9 Soft ir, Nisi Nd 64 ir
Scatto realizzato con Nisi V5-Pro, Nisi Gnd 0.9 Soft ir, Nisi Nd 64 ir

Scopri maggiori dettagli sui filtri Gnd nel sito

Nisi Filters Italia 

NiSi Filtro Graduato GND 3 stop (0.9) Soft

Tra gli oggetti fondamentali per un paesaggista ci sono sicuramente i filtri graduati Gnd (Densità Neutra). Indispensabili in molteplici situazioni, sono in grado di equilibrare il cielo, perché sappiamo benissimo che nella fase dell'alba o del tramonto la maggiore luminosità proviene dal cielo. A questo scopo sono stati creati i Gnd, che attenuando la luminosità riducono la possibilità di sovraesposizione . Il Filtro Graduato Nisi soft 3 stop è quello che preferisco perché si adatta in tantissime situazioni, sopratutto quando il sole non è ancora calato o sorto, ed è in grado di equilibrare la scena al meglio. I filtri Nisi hanno un rivestimento nanotecnologico, ciò significa che in caso stessimo scattando davanti al mare, e malauguratamente degli schizzi d'acqua colpissero il filtro, l'acqua non macchierebbe il filtro, ma scivolerebbe via, e con l'ausilio di un panno il filtro si pulirebbe immediatamente. Questa novità introdotta da Nisi ha migliorato indubbiamente la possibilità di scattare in situazioni estreme, agevolando la pulizia del filtro senza perdite di tempo ( e si sa bene quanto sia prezioso il tempo durante un alba o tramonto). Un'altra caratteristica del filtro Gnd Nisi è il trattamento Ir, in grado di far passare la luce infrarossa attraverso il filtro in maniera uniforme, aumentando la capacità di assorbimento della luce pura senza alterazioni. Il trattamento antiabbagliante in entrambi i lati permette di evitare il riflesso elevato causato delle pellicole in metallo che costituiscono il filtro quindi nessun bagliore può danneggiare l'immagine. I trattamenti vengono eseguiti in entrambi i lati in modo che il filtro sia utilizzabile anche in caso di errore di montaggio. L'utilizzo del Gnd ha un'altra carta a favore: spesso si tende a sottoesporre l'immagine per poi recuperare successivamente in post-produzione le aree d'ombra sottoesposte. Questo sistema può sicuramente aiutarci ma per il sensore la capacità di identificazione dei colori è nettamente inferiore, per questo motivo è sempre meglio compensare con un filtro Gnd piuttosto che sottoesporre un'immagine, in modo da sfruttare al massimo la gamma dinamica della propria fotocamera, senza dover ricorrere ad una massiva post-produzione di recupero, che in alcuni casi ha troppi pochi dati a disposizione. 

Durante i test ciò che mi ha sorpreso di più è la qualità del vetro utilizzato, e la capacità di ridurre la luminosità senza alterare i colori. La luminosità e i colori sono delle componenti fondamentali per uno scatto, e spesso, se non correttamente bilanciati ci fanno tornare a casa a mani vuote. Il Nisi Gnd 3 stop (0.9) soft è un vero gioiello della tecnologia, indispensabile se si vuole fare il salto di qualità nella fotografia paesaggistica. 

Se oggi dovessi acquistare un filtro Gnd sicuramente sarebbe di marca Nisi, che oltre al soft ha un'ampia gamma di filtri Gnd, da sfruttare in tantissime situazioni , l'hard ottimo se è presente un confine di transizione (montagne, fari, abitazioni) che supera la linea dell'orizzonte, oppure il reverse ottimo per i tramonti o le albe quando la luce più intensa proviene dall'orizzonte, in modo da poter ridurre la luce sopra la linea dell'orizzonte. 

 

Sotto troverete le immagini illustrative che dimostrano la differenza abissale tra i filtri Nisi in vetro ottico, e quelli in resina...le immagini parlano chiaro!!

 

Confronto filtri Nisi in vetro ottico / Lee in resina



Scatto realizzato con Nisi V5-Pro, Nisi Gnd 0.9 Soft ir, Nisi Nd1000 ir
Scatto realizzato con Nisi V5-Pro, Nisi Gnd 0.9 Soft ir, Nisi Nd1000 ir

Scopri maggiori dettagli sui filtri Nd nel sito

Nisi Filters Italia 

NiSi Filtro ND1000 (3.0) 10 Stop

Il sogno di ogni fotografo paesaggista è poter immortalare un tramonto o un alba coloratissima senza dover fare mille passaggi in post produzione per riportare l'immagine alla realtà vissuta. Un bel sogno per tanti che la Nisi ha reso possibile grazie a questo fantastico filtro Nd 1000. Negli anni ho provato svariati filtri delle più prestigiose case produttrici, ma ahimè uno peggio dell'altro. Chi rendeva la foto magenta, chi verde, chi blu, e cosi ore e ore di post produzione per rendere l'immagine foto-realistica senza dominanti. Ed è qui che la Nisi sorprende ancora, con l'Nd 1000 nano ir, Nisi  ha reso possibile tutto ciò creando un filtro in grado di mantenere inalterati i colori durante le lunghe esposizioni. Durante i miei test ho subito notato la differenza con altri filtri Nd in mio possesso, le immagini erano fedeli, il cielo era saturo di colori, ma allo stesso tempo rispecchiava ciò che vedevo con i miei occhi. Per chi fotografa spesso albe e tramonti è un miracolo poter portare a casa degli scatti inalterati, e soprattutto senza vignettatura, si perché fino ad oggi un altro grosso problema dei filtri nd era proprio la vignettatura, che la Nisi investendo in tecnologia e ricerca è riuscita ad eliminare. Come il filtro Gnd anche l'Nd Nisi ha un rivestimento antiriflesso, idrorepellente ed oleofobico, ed è realizzato completamente in vetro Schott, sinonimo di qualità. A differenza di tanti Nd quello Nisi è dotato di guarnizione anti infiltrazioni di luce, ciò significa che la luce parassita che spesso e volentieri rovina le foto, con questo filtro non avrà possibilità di infiltrazione, quindi niente più aloni attorno alla foto. Tra i tanti vantaggi di questo fantastico filtro, anche quello legato alla precisione dei suoi stop di attenuazione. Molto spesso mi capitava con altri filtri di eseguire il conteggio per la lunga esposizione e restare sorpreso a conclusione dello scatto perché risultava sottoesposto, o sovraesposto, e dentro di me pensavo " ma non erano 10 stop?" mentre invece con il Nisi Nd1000 già dal primo scatto effettuato in lunga esposizione, il calcolo dei suoi 10 stop è stato perfetto, e il risultato si vede nei test.

 

Scattare una lunga esposizione può sembrare un operazione complessa, ma è più semplice di quanto si creda. Per prima cosa impostiamo la fotocamera in Manual, mettiamo a fuoco in un area poco inferiore al centro dell'immagine, chiudiamo il diaframma tra F8 -F16 (ottiche grandangolari 14-16-20mm), portiamo gli Iso a 100 (nel caso in cui la luce sia ancora abbastanza forte), correggiamo l'esposizione finché l'esposimetro ci da il valore di corretta esposizione. A questo punto ci segniamo il valore es 1/20 e tramite un'applicazione per i cellulari android ND FILTER CALULATOR calcoliamo il tempo di scatto. Se il tempo di esposizione è ad esempio 1/20 con il filtro Nd 1000 "1024", i tempo di otturazione sarà 51.2 secondi. Colleghiamo il telecomando alla nostra reflex e facciamo partire lo scatto. Semplice no? 

 

Con Nisi Filters penso di aver trovato ciò che cercavo da anni, e questo può solo farmi un immenso piacere, ora resto a disposizione per eventuali domande tramite il pulsante presente qui sotto.

 

Ringrazio tantissimo la Nisi Filters Italia per avermi offerto questa grossissima possibilità di testare i loro filtri, ma sopratutto ringrazio due amici, i due Alessio (Putzu e Andreani), per avermi permesso di conoscere questi grandi filtri che non abbandonerò mai.

 


CONDIVIDI QUESTA RECENSIONE 

Scatto realizzato con Nisi V5-Pro, Nisi Gnd 0.9 Soft ir, Nisi Nd 1000 Ir
Scatto realizzato con Nisi V5-Pro, Nisi Gnd 0.9 Soft ir, Nisi Nd 1000 Ir

Maurizio Casula Biography

Mi chiamo Maurizio Casula, vivo in Sardegna in un paese turistico di 7000 abitanti, sono nato a Cagliari il 14.09.1985, e nel 2003 mi sono specializzato in grafica pubblicitaria su pc. Ho sempre avuto la passione per l’informatica e la fotografia fin da piccolo, ma con l’avvento della fotografia digitale sono rimasto affascinato dalla possibilità di realizzare scatti e processarli subito. Utilizzavo la fotocamera dei miei genitori “una polaroid”,  ma con il passar degli anni acquistai varie fotocamere fino ad arrivare alle  reflex. Oggi non riesco a fare a meno della fotografia, dedico tutto il tempo ad essa, viaggiando e conoscendo sempre nuovi luoghi possibilmente lontani dalle grandi città.

 

My name is Maurizio Casula, I live in Sardinia, in a touristic town (Pula) with 7000 people. I’m born in Cagliari on 14th September 1985, and in 2002 I’d graduated in ad graphic on pc. I’ve always had the this passion about informatics and photography since I was a kid, but with the incoming of digital photography, I’ve been amazed about the chance to take pictures and post process them straight away. Since I was a kid I always used my parents camera, a polaroid. Years later I've bought various cameras before the DSRL. There’s no day I can live without photography giving all of myself to this passion spending time and money. In matter of facts in November I’ve realized my dream, being in Iceland, and like in a dream, I’ve been amazed by the Northern Lights. Now I want to dedicate my life to travel more around the world, taking pictures about different landscapes, without ever forget my homeland, Sardinia.

          Follow Me



Commenti: 3
  • #3

    Maddalena Sebellin (martedì, 29 agosto 2017 19:07)

    Molto di buon gusto il tuo sito Maurizio! Complimenti :)

  • #2

    Andrea Soliani (martedì, 30 maggio 2017 19:47)

    Dopo tanto tempo che seguo la tua pagina Facebook per poter ammirare i tuoi scatti, mi accingo con piacere al tuo sito, bello bello. Appena pubblichi la recensione sui filtri Nisi (già possedevo ND1000 e Polarized) vado a leggere incuriosito per leggere la tua opinione (la mia era molto positiva, ma avere una recensione di qualcuno veramente autorevole come te serve :) ) e scopro una recensione non solo positiva e mielensa come spesso si trova in giro per il web, ma onesta e molto ben fatta, approfondita, professionale.
    Complimenti!
    Aver poi avuto la possibilità di scambiare 4 chiacchere (e siccome ho la lingua sciolta son diventate 8, 12, 20...) è stata la chicca.
    Ho avuto la conferma (dopo qualche saltuario contatto su FB) della bella persona che sei: disponibile, gentile e simpatico.
    Spero capiterà di incrociarsi dal vivo.
    KEEP GOING!!!

  • #1

    inma cardenas (martedì, 21 febbraio 2017 14:48)

    Augurissimi !